mercoledì 29 dicembre 2010

Tanti GURI e felice aNo nuovo a tutti voi


Perchè tutti nella vita abbiam bisogno di un buon GURU

...e felice aNo nuovo anche a voi!!!!

Pare che il 2011, sarà un annetto (un pò come sempre d'altronde) che frugherà non poco nelle tasche degli italiani. Secondo i calcoli di Adusbef e Federconsumatori, tra i vari rincari di beni alimentari, benzina, tariffe, assicurazioni e servizi bancari, ci inculeranno ben 1016 eurini in più a famiglia!!!
Questo è il grande paese che ci danno i comandanti al potere, in piena crisi, con tante persone che annaspano, perdono il lavoro, finiscono la cassa integrazione, sono stritolate da mutui e rate varie, il governo se ne fotte e non vigila, ma anzi, partecipa a quest'ennesima spremuta di sangue dei nostri conti corrente!!!
Secondo me sono proprio loro che ci stanno chiedendo: "Cosa altro ancora aspettate a incazzarvi e a fare la Rivoluzione?"
Dopo quella che sarà l'ennesima inchiappettata a sangue dei consumatori vi auguro a tutti un felice aNo nuovo!!!!

martedì 28 dicembre 2010

DONNE CHE INSEGNINO ALLE DONNE

Giorni fa Fizzi mi aveva invitato a commentare questo post di un altro blog per sapere cosa ne pensavo sull'argomento. Dopo una serie di miei commenti che facevano da scambio di opinione in particolare con tale Serbilla, sono arrivato ad esprimere meglio quello che intendevo su un concetto per me importantissimo, e cioè che se in una società sempre tendenzialmente maschilista, tante donne, giovani o meno giovani, sono loro le prime ad assecondare questo atteggiamento sicuramente deprorevole degli omuncoli, la battaglia è persa sin dall'inizio. E' un pò quello che si dice dai tempi della battaglia sociale per l'emancipazione, e cioè che il risultato della stessa è stato in gran parte avere donne che invece di dimostrare agli uomini in cosa sbagliavano e in cosa dovevano migliorarsi han finito per cedere loro stesse ad alcuni di questi vizi (generalizzo, sapendo che ci sono ovviamente anche le eccezioni).
Ci sono esempi non profondissimi, ma pratici, che ho fatto per sostenere il mio pensiero:
ad esempio, perchè le donne per andare a ballare o uscire la sera nei locali non si vestono in maniera più comoda al posto di cedere alla moda che le vuole con minigonne da tirare costantemente giù e con scollature da tirare costantemente su? 
Come risposta mi è stato detto che è ovvio che a tutti piace piacere e che ci si veste di conseguenza e che la mia provocazione assomiglia un pò ad una sorta di predisposizione al burqa.
OK, allora già di base si ammette che tante donne si Svestono per uscire proprio per catturare l'attenzione dell'altro sesso, e quindi cosa crediamo che pensi una "razza" di esseri che già di se per se guardano prima al contenitore che al contenuto? E poi credo che tra i microabiti di moda oggi e il burqa ci sia un ampio campionario di mezzo da cui poter attingere, no?
Altro esempio pratico: i canoni estetici imposti, le donne tedesche sono celebri (e spesso anche derise) da noi per non amare troppo la depilazione, che invece qua ha raggiunto livelli quasi preoccupanti: cerette o epilazioni laser, facciali, baffali, sopraccigliari, mento, petto, ascelle, gambe, inguine (ora pare vada di moda il quasi glabro "lolita" anche là) .. Eppure nel loro paese le rudi vikinghe hanno vita sociale, sentimentale e sessuale credo paritaria alla nostra, hanno semplicemente scelto di non cedere in massa a una tendenza.
Per risposta mi si continuava a contestare che per gli uomini è facile fare questi discorsi, perchè non hanno tutte queste imposizioni fisiche che hanno le donne, ho risposto dicendo che ormai non è più così, tant'è che il mercato è invaso da creme antiruga maschile, creme antipancetta, lozioni anti calvizia e le palestre pullulano di ragazzini e uomini attempati che fanno salti mortali per avere l'addome "tartarugato"....
Non arrivando però ad un punto di incontro ho deciso di passare ad un esempio più concreto su quello che volevo esprimere. Copi e incollo il pezzo:


"Le donne che non si vendono saranno purtroppo messe da parte fino a che la maggioranza delle stesse sarà pronta a farlo. Quando vivremo in un mondo dove la maggioranza delle donne sarà come la Concita De Gregorio, la Guzzanti, la Dandini, la Lettizzetto, la Finocchiaro, la Serracchiani, la Bindi, la Gabanelli, la Montalcini e altre come loro, credo che le cose saranno bene diverse.

Ma la domanda a questo punto che faccio e che per me è un pò il fulcro di quello che dico, è: quante mamme accompagnano le loro figliole alle trasmissioni tv, alle presentazioni dei libri o ai comizi di queste donne e quante invece portano le proprie figlie ai provini per diventare Veline, per entrare nei talent o nei reality shows?
This is the question....."


Non ho avuto più risposte in merito, e invece sarebbe interessante sapere cosa ne pensano le persone (le donne in particolar modo) su questa cosa...

lunedì 27 dicembre 2010

IL MYSTERO DI GOOGLE IMMAGINI....

Faccio il grafico pubblicitario, e spesso nel mio lavoro succede di dover attingere in maniera saltuaria da quel dedalo di foto e illustrazioni che è Google Immagini per ricercarne di utilizzabili per i miei lavori.
Proprio stamani, mentre impaginavo un depliant sul primo soccorso, immettendo il testo "solleva il mento ed estendi la testa" scorrendo i risultati indovinate un pò chi ho trovato....

che mi dovete spiegare che mazza di collegamento ci possa mai essere tra il testo e l'immagine trovata tra le tante.
Ma non è la prima volta che mi succede, anzi, oltre alla tanto acclamata passerona sul web si trova quasi sempre lui senza motivi chiari o ben precisi: Silvio!
Cercate un'immagine di un santo? Eccovi serviti, al primissimo posto della lista:



Siete giovani e ribbelli e volete fare un volantino o una pagina web col il dirompente dito medio alzato?
et voilà al secondo posto c'è lui, tant'è che proprio google suggerisce di aggiungere il suo cognome alla ricerca, perchè si sa, il dito medio e Silvio vanno a braccetto alla grande..

siete alla ricerca della classica iconografia del buon Gesu e sbagliate scordandovi l'accento sulla ù? inspiegabilmente ritrovate ancora questa robetta qua:

Fate una ricerca su i giovani? Eccolo qua, chi è più GGGGioviiine di lui?:

Vi hanno chiesto una tesina sulle malattie mentali e volete arricchirla con qualche foto? Non ci sono problemi...

Dovete fare il cartellino da hotel del "non disturbate"? Ecco chi vi disturba...


Volete vedere cosa significa in immagini "parlare liberamente?" Qui Google si supera e appaia sulla stessa riga Silvio e ......

Disgustati da questa insuperabile onnipresenza, decidete di fare un tuffo nella spensierata età dell'infanzia, fatta di merende a pane e pomodoro e cartoni animati nipponici? Chi meglio del grande uomo tigre, forte, muscoloso, corretto, generoso, deciso ed eroico può allontanarvi da questa fastidiosa paranormal activity del server gooogle? Non c'è nulla da fare, ormai il virus ha infettato tutta la Matrice...



Se avete anche voi link di effetti indesiderati similari, postate pure, facciamo il nostro muro delle stramberie Silvioniche del web....

venerdì 24 dicembre 2010

THIS IS THE MAN!!!

Questo è l'uomo che ci vuole al potere, uno che ha una domanda del genere risponde come ha risposto lui!!!





Nessuno è perfetto, se qualche ministro approfitta della sua posizione per sistemare amici o parenti, male di poco, l'uomo non è perfetto,
parola di Presidente del Consiglio!!!

giovedì 23 dicembre 2010

FERMI TUTTO, C'è SUPER SILVIO

Voi credevate che la crisi avesse fatto male al nostro paese?
Credevate che la situazione Abruzzo post terremoto avesse qualche lato oscuro?
Mica avrete pensato che la questione spazzatura di Napoli non fosse stata risolta?
E magari siete tra quelli che credono che la nostra "figura" con gli stati esteri avesse perso di credibilità?
Poi, in più, viene anche fuori che l'abolizione dell'ici sulla prima casa (però solo per quelli a basso reddito) l'aveva già messa in porto il governo Prodi....

TZE, infedeli, ingrati e  pure comunisti!!!
Vi eravate scordati che al potere c'era SuperSilvio!!! Ha, in diretta TV, appena detto che VA TUTTO BENE!! Che l'Italia della crisi regge alla grandissima, che tutte le emergenze sono state affrontate e risolte al meglio del meglio e che grazie a lui, l'Italia ha una posizione estera che mai si era sognata di avere!!!

Merdacce Rosse e Gufe che non siete altro, non vi meritate Silvio, anzi non ce lo meritiamo per nulla!!!

Ecco, allora, visto che non ce lo meritiamo, perchè non cerca un paese che se lo meriti davvero e si toglie dalle palle? No è?

martedì 21 dicembre 2010

ninne nanne ninne oh, questo PimPo a ki lo dò?





Napolitano:"E' mio dovere resistere allo scioglimento delle camere".. Ma se invece ti opponevi e ti impegnavi contro lo scioglimento delle calotte polari non era meglio?


Voti dalla 'ndrangheta, arrestato consigliere PDL! .. Però scusate, dove sta scritto che uno non possa farsi campagna elettorale con i malavitosi. Questa è discriminazione pura!!!!


Il premier si addormenta al Quirinale durante lo scambio di Auguri di Natale. La colpa è del "management" che non ha saputo organizzare un Bunga Bunga Party all'altezza!!! Cribbio


Silvio: Fini è in combutta con l'ANM. Subito dopo arriva la smentita accompagnata da questa frase: "Bene, bene, facce di velluto, c'avete creduto. na na na nerò vi ho fregato un'altra volta!!! Creduloni"


E questa meriterebbe un post intero tutto suo, udite udite:
Gli italiani sono più ricchi di quanto immaginano!!!! Non ce la faccio manco a commentarla questa, non potrei trovare una frase più comica di questo titolo de Il Giornale.

lunedì 20 dicembre 2010

XXX MAS

Un Natale Hard che più Hard non si può in arrivo per il Bel Paese:
•nevica per 3-4 ore, lo si sapeva da almeno una settimana, e le città si paralizzano, le autostrade si bloccano, le scuole chiudono, i treni non partono, il cittadino italiano ha così l'opportunità di sperimentare il terrore atavico dello scatenarsi degli elementi atmosferici!!! Robe che il terSo mondo ci guarda e ride....
•siamo al fascismo ostentato con tranquillità e indifferenza: 
da Santoro, in prima serata su rete nazionale, quell'essere immondo che risponde al nome di Ignazio La Russa, si permette di dire a un ragazzo che deve stare zitto, che si deve sedere e che a lui e agli studenti in protesta è andata di lusso, perchè se avessero avuto l'opportunità, i poliziotti avrebbero potuto "spazzarli via in un attimo";
il geniale e stroboscopico Gasparri pensa invece agli arresti preventivi in riferimento alle prossime manifestazioni previste contro il decreto Gelmini;
•dopo un ventennio di sano Berlusconismo (intervallato da un 7 anni di Prodismo che aveva risanato un pò i nostri conti) siamo diventati il paese europeo con salari più bassi per il popolo, quelli tra i più alti per i politici e sicuramente i più tassati di tutti. Con una percentuale di evasione fiscale al primo posto europeo, con il 54,5% del reddito inevaso, davanti a Romania al 42,4% e Bulgaria al 39,8%. Nel 2010 l'evasione è aumentata del 10,1%. I primi ad evadere sono gli industriali del ricco Nord Ovest con il loro 32,8%.

Non mi stancherò mai di ripeterlo, sicuramente abbiamo un'opposizione assente e poco meritevole, ma continuare a dare il potere a questo gigante Tenia che è Berlusconi, ci sta velocemente portando allo sfracello sociale, con ricchi sempre più ricchi e ceti medi sempre più poveri!!!
Siamo un popolo di rincoglioniti:
rincoglioniti dai cinepanettoni, rincoglioniti dai reality, rincoglioniti dal calcio, rincoglioniti dai Tronisti e dalle Veline, rincoglioniti dal Lele Mora Life Style, rincoglioniti dall'illusione che quell'omuncolo ci avrebbe regalato nel nostro piccolo la possibilità di emulare il suo stile di vita fatto di giovani e avvenenti puttanelle pronte a fare di tutto per compiacere, di vacanze smeralde e di meno tasse per tutti....
Attualmente siamo avviati verso una sorta di estinzione socio-cultural-politica, e ce lo meritiamo in toto...
Happy XXXMas a tutti

sabato 18 dicembre 2010

Due notisssiuole leggiadre leggiadre

la prima, andando contro alla famosa filastrocca di Silvio & Co "va tutto bene, va tutto beneeeee" e l'Italia che regge alla crisi, che i conti dello stato sono messi meglio di altri paesi e bla bla bla.... ci dice che le nostre famiglie si stanno indebitando alla grande, partendo proprio dal magico, iper produttivo, trascinatore dell'economia del paese NORD: "famiglie sempre più povere" Milano e Lodi con Roma sono i nuclei più colpiti, dove, rispetto al 2008, i debiti familiari sono cresciuti del 27,8%!!! Mica noccioline....
Grande Governo Berlusconi!!!
la seconda notiSSSiuola che già da sola mette i brividi, ma appaiata a questa proprio terrorizza è la seguente: Berlusconi ci dice che andrà avanti fino al 2013!!!
Capito amici miei, da quando governa lui, da quando è al potere l'uomo del "ghe pensi mi" l'uomo del "meno tasse per tutti", siamo diventati il paese al terzo posto per tasse pagate e il nostro debito privato sta salendo a dismisura!!!!
Un paese di idioti governato da un furbone che a tutto pensa meno che al bene comune!!!!

venerdì 17 dicembre 2010

TIRA PIU' UN PELO DI....

Avete presente quando si dice che ormai, a partire dagli anni 80, in una continua escalation, in tutte le pubblicità, è sempre più facile trovare donne nude o esplicite allusioni del caso, pur di catturare l'attenzione del possibile consumatore?
ecco, vagando un pò su internet ho trovato per voi un pò di pubblicità progresso, che fanno quasi rabbrividire per quanto sembra impossibile che siano vere:

Abbiamo quella che allude senza troppi fronzoli alla merce di scambio
 quella che ti fa capire come puoi avere più carriera a lavoro in periodo di crisi
 Quella che mette in evidenza il pelo ma in maniera chic e palestrata
 Quella un pò fetish e sicuramente cummilingus
 Quella che ci piace essere un pò volgari

e dulcis in funGus,  la mia preferita, quella un pò schiava, un pò padrone, un pò domatore e con sicuro risparmio



giovedì 16 dicembre 2010

MENO TASSE PER TUTTI.... HO DETTO TUTTI? OPS SCUSATE....

Ocse, ecco i dati shock sul nostro Paese
dopo 16 anni di berlusconismo e di "Meno Tasse Per Tutti" l'Italia  diventa il terzo Paese al mondo per imposizione fiscale, superando il Belgio e rimanendo dietro solo a Danimarca e Svezia, con un "leggero" 43,5%. E come se non bastasse, siamo penultimi per occupazione giovanile - peggio di noi solo l'Ungheria - e fanalino di coda per occupazione dei giovani laureati.
E se lo dice anche IL Giornale di famiglia Berlusca, allora a sto giro non si può parlare di complotto dei soliti gufi comunisti portasfortuna!!!


MENO TASSE PER TUTTI.... E TANTI COGLIONI CONTINUANO A CREDERLI!!!! 

mercoledì 15 dicembre 2010

Su per il deretano

Berlsuconi pronto al rimpasto per allargare la maggioranza: per Natale ce lo "rimpasterà" bene bene sotto la coda!!


Fiducia, il governo vince, il conteggio finale dice che i numeri sono questi: 90 feriti contro 41 arresti! Vittoria schiacciante!


Roma, notte di lavoro per riparare i danni: non credevo che la rissa in Parlamento fosse stata così violenta! Questi politichetti appoltronati e incamiciati quando rischiano il posto tirano fuori le unghie!!!


Scontri a Roma: chi è il sempre presente infiltrato violento dal guanto rosso e manette a portata di mano? Dai dettagli feticistici direi un habituè di Villa Certosa! 


Dopo la sconfitta di ieri è necessario un immediato chek up al neonato terzo polo: il responso immediato, come la famosa caramella, è nato un terzo Polo con il buco!


Bersani dichiara che "il Governo non c'è!" Nessuno nel PD ha il coraggio di spiegarli che non è che se non c'è un opposizione automaticamente il governo fa lo stesso!

martedì 14 dicembre 2010

SANDALO LIVE

Locandina formato A3
Programma impaginazione grafica: Adobe Illustrator CS4
Programma elaborazione immagine: Adobe Photoshop CS4
Cervello utilizzato: il mio CFosse4

lunedì 13 dicembre 2010

IL COCCODRILLO COME FA?

ieri pomeriggio mi stavo guardando un interessante documentario su un caso accaduto in Florida negli USA. I coccodrilli di un lago stavano morendo a decine in maniera strana: il loro decesso era preceduto da comportamenti anomali, definiti "da zombie", non riuscivano più a nuotare, non galleggiavano più, stavano immobili per ore e avevano perso il controllo dei movimenti.
Gli studiosi hanno cominciato a fare tutte le analisi del caso: autopsie varie, analisi delle acque, esami del sangue su esemplari vivi, fino a che sono arrivati a prendere in esame il cervello. Ed è li che ho scoperto che, queste bestie, tra le più antiche della storia del mondo, quelle che hanno subito meno evoluzioni e sono arrivate lo stesso ai giorni nostri, quelle che molti studiosi definiscono una macchina perfetta per il loro continuamento della specie, hanno un cervello grande quanto un bulbo oculare!!!!
Capito? La natura ha premiato loro, i più grandi rettili, fin dall'inizio della storia dei tempi, donando loro un cervello grande poco più di un occhio!!!
Questo vorrà dire qualcosa no?
Non so cosa di preciso, ma è interessante la cosa, no? 
Siamo abituati a pensare che l'evoluzione premi solo gli esseri più intelligenti, quelli con le capacità cognitive più avanzate, e poi si scopre che la specie più antica che ha nel tempo subito miglioramenti e aggiornamenti del sistema pari a ZERO, ha un cervello delle dimensioni di una pallina da ping pong....
si apprezzano considerazioni e opinioni sulla cosa

p.s.: nel documentario, i neuroni del cervello degli alligatori andava in pappa a causa di un alga altamente tossica....

mercoledì 8 dicembre 2010

METTI UNA SERA...

metti una sera di un freddo venerdì in una fredda e piovosa periferia fiorentina;
metti un locale con un concertino live niente male;
metti che arrivi e subito ti senti un pò "over" vista la fauna in attesa di entrare (che  ci sta anche visto che i performer della serata hanno loro stessi 5 anni meno di te);
metti che una volta entrato "che te frega della fauna?", l'importante è che la serata vada nel verso giusto;
metti che prima del gruppo principale te ne becchi prima un altro paio spalla;
metti che il primo non è malaccio, solo che è un mixone di robe alla Primus, alla CSI, alla Maniscalco Maldestro, senza però averne lo spessore artistico-tecnico;
metti che il secondo, batterista femmina tosta a parte, è la versione locale dei nazionali Finley che subito ti ricordano (se mai te ne fossi dimenticato) che sei ancora un pò over rispetto alla media dei presenti;
metti che la birra alla spina non è malaccio e ogni tanto quando ti appoggi alla tua donna e ne senti le forme ti rilassi e distrai piacevolmente;
metti che forse è inutile dire al banchettaro se ti tiene da parte una copia del vinile in vendita per la fine concerto, che tanto lui ne ha un pò e visto che i presenti in sala sono quasi tutti sotto i 25 anni, col vinile (se ancora sanno di cosa si tratta) non ci farebbero nulla, se non provare inutilmente a farlo entrare nel lettore CD o nell'ipod di turno;
metti che ti si mette accanto l'unico psyko della serata, che sta da solo col suo sguardo vuoto perso nel nulla, con una felpa di pile che lo fa strasudare e odorare in maniera poco piacevole;
metti che allora ti sposti;
metti che appena inizia l'atteso live, davanti ti si fiondano i due tizi più alti della sala;
metti che allora ti risposti;
metti che il concerto viene fuori alla grande, senza deludere le aspettative;
metti che vedere tutti questi videofononi con tecnologia palp-touch, alzarsi in aria per riprendere delle canzoni che verranno postate quasi in diretta su yutubo, col video traballante e l'audio saturo alla morte, un pò ti fa rimpiangere l'era analogica degli accendini da ballatona;
metti che almeno ogni due o tre pezzi, con la tua donna vi dite: "belle tutte, ma forse questa è la canzone migliore";
metti che nonostante la palese difficoltà degli effetti luce, riesci comunque a tirare fuori una decina di discreti scatti fotografici;
metti che fa piacere sapere che nella musica italiana c'è comunque un paio di gruppi nuovi che fa piacere seguire e a cui compri volentieri cd, vinili e magliette;
metti che una sera così, con una musica live così, e un gruppo musicale così, alla fine, almeno una volta al mesetto, serve....

Grazie Ministri per il Bel Canto!

lunedì 6 dicembre 2010

..e col prossimo numero, a soli 5 euri in più, il manganello tascabile

Questi sono insuperabili: voi potete mettervi li a pensarci, a spremervi le meningi per trovare il modo di essere sorprendenti e geniali quanto loro, ma nulla potrà mai eguagliare questa banda di luminari.
Libero, il quotidiano il cui direttore, dopo aver subito un, quantomeno dubbissimo, attentato a casa sua, tuonò che era tutta colpa del clima di odio instillato da certa gente di sinistra, "quelli che tengono sempre i toni aspri", "quelli che comandano certe mosse violente", si è fatto portatore del vero messaggio di PACE del Partitone dell'Ammmore di Silvio, con la copertina sopra postata.
Traditori da schedare a cui il direttore raccomanda una giusta punizione da parte dell'elettorato: con tanto di foto, nome, cognome e mail!!!!
Se si aggiunge che è il solito quotidiano che come allegato extra presenta da giorni i sympatici "Diari del Dux", bè, direi che si può tranquillamente parlare di clima leggermente rievocativo del tanto caro fascista's style , quello dove i "nemici" del partito venivano mandati a fare le vacanze al confino, come Silvio Docet.
Scommetto che prima di Natale, prepareranno un numero a cui allegheranno, per soli 5 natalizi eurini, il comodissimo manganello tascabile, praticissimo e maneggevole, pronto all'uso se vi dovesse capitare di incontrare per puro caso i traditori politici schedati nel giornaletto del Boss!!!
Sono sempre un passo avanti questi...

venerdì 3 dicembre 2010

STASERA VO' DAI MINISTRI

..ma non quelli pallosi, mentecatti, disonesti, mangiasoldi a tradimento del governo, no no no!!
Vado, con la mia dolce metà, a vedere quelli interessanti da ascoltare, quelli che hanno robe da dire e da condividere o anche no, quelli a loro modo seri e credibili ma non sempre, quelli che prendono i soldi solo se qualcuno pensa che se li meritino, quelli non scelti da uno per tutti ma scelti da ognuno per se, che se poi siamo tanti ognuno e lo condividiamo, allora diventa una scelta di gruppo, più popolare di quel che si dice in certe conferenze stampa


Firenze, Viper, ore 21,30...

giovedì 2 dicembre 2010

DIFFERENZA DI STILE

Leggete questi due articoli di due differenti testate: il primo è l'editoriale di ieri dell'Unità, scritto da Concita, il secondo è della testata Libero di Belpietro, scritto da Facci...
Ora, io mi domando, a parte la differenza indiscutibile di stile e di classe nella scrittura, non capisco perchè, un giornalista serio, debba leggere un giorno un pezzo scritto da un collega, che nemmeno lo riguarda, che nulla ha a che vedere con lui, per poi il giorno seguente rispondere (senza che nessuno gli abbia fatto domande) come se si trattasse di uno scolaretto delle medie invidioso del compito fatto da un compagno di classe..
Io la vidi l'intervista di Monicelli andata in onda da Santoro a Rai per una notte: era un'intervista di un uomo molto amareggiato per come stanno andando le cose nel nostro bel paese, una critica lucida e sensata sull'era moderna dell'Italia e c'era in particolare un'aspra valutazione sul disinteresse generale alle cose importanti della vita, specialmente da parte dei giovani. Mi ricordo che verso la conclusione parlò proprio della necessità di una rivoluzione.
L'editoriale di ieri della De Gregorio io l'ho trovato di una bellezza e di una umanità davvero rare: riuscire a mettere in parole quello che credo in molti abbiamo pensato quando abbiamo letto dello striscione dei ragazzi di Napoli dedicato proprio al Maestro e del coro Brancaleone degli studenti alla stazione a Roma, collegando il tutto al gesto estremo di Monicelli, credo sia stato di una difficoltà unica. Solo chi ha estrema sensibilità e attaccamento al nostro futuro poteva farlo.
Facci adopera termini come "scassarmi i coglioni" con "questgiovinastri, pecoroni con lo zainetto firmato" credendo che basti mettere un pò di sguaiatezza verbale per poter richiamare lo stile ed il pensiero di Monicelli... Povero Facci, se Monicelli fosse ancora vivo, credo che ti manderebbe direttamente a quel paese... Citare "Amici miei" come esempio di maschilismo, quando si tratta palesemente di una visione affettuosa, tinteggiata con toni a volte nostalgico amari, su una delle cose più belle della vita e cioè l'amicizia e il tentativo di affrontare con li scherzi e i compagni di una vita, la non voglia di crescere una volta entrati nel "sistema adulti", mi pare dia da se una chiara visione di quanto tu poco possa permetterti di citarlo a pro di un tuo qualsiasi pensiero. 
Leggere su una delle pagine di Libero, una supercazzola, credo che crei lo stesso senso di disagio e disgusto che si proverebbe nel trovare una citazione del miglior Pasolini in uno qualsiasi dei cinepanettoni natalizi in stile Vanzina & Co.
Penso che sì, sicuramente per questo motivo, Monicelli giunto nell'aldilà, avrà avuto voglia di poter tornare solo per 1 minuto alla vita, per poterti mandare a cagare....



mercoledì 1 dicembre 2010

IL PAESE DEI baLOCCHI


Perchè viviamo in un paese dove, mentre Pompei cade a pezzi e il mondo del cinema e del teatro scioperano contro i tagli alla Cultura, quasi nessuno conosce la notizia che riporta il fatto comprovato che 100 euro investiti nella Cultura ne producono 249 ma tutti sanno che la Canalis, prossima protagonista di un ennesimo cinepanettone di infimo livello, se la spassa con Clooney e sarà al Festival di Sanremo?

Perchè viviamo in un paese dove se un 50enne qualsiasi, in un paesino qualsiasi, anche solo guarda in maniera strana una 17enne, viene da tutti additato come maniaco, rischiando pure il linciaggio, mentre se lo fa il 70enne Presidente del Consiglio, i soliti che erano pronti a crocifiggere il 50enne di cui sopra, sono portati a capire e giustificare il "poveruomo" che avrà pure diritto a un pò di svago e di relax...

Perchè viviamo in un paese dove il ministro dell'Istruzione, che fa mega sermoni sulla sua riforma che definisce meritocratica, è una che per concludere gli studi ed avere l'abilitazione in maniera più veloce e sicura è andata dove tutto era più semplice e poco meritocratico?

Perchè viviamo in un paese dove i giovani che scendono in piazza per protestare contro scelte che non ritengono le migliori per il loro futuro devono essere derisi e minimizzati dal capo del paese stesso? "Andate a studiare, gli studenti veri stanno a casa a studiare. Quelli in giro a protestare sono dei centri sociali e sono furoi corso"

Perchè in un paese che ha avuto il suo minimo storico per antidemocrazia e libertà individuale negli anni del Fascismo, ancora oggi, nel 2010, ci sono editori che cercano di divulgare il pensiero del fondatore di quel movimento, mentre l'operato di quelli che ce ne hanno liberato insieme agli alleati, i comunisti e i partigiani, è sempre più messo in disparte e a volte anche criminalizzato?

Perchè viviamo in un paese dove i politici sono i secondi più pagati d'Europa, secondi solo agli inglesi, e invece, il popolo, noi, quelli che danno i soldi per gli stipendi dei politici, siamo tra i lavoratori meno pagati in assoluto?

Perchè viviamo in un paese dove i nostri genitori si lamentano perchè i figli hanno enormi difficoltà a trovare posti di lavoro, quando poi loro sono i primi a non voler andare in pensione per lasciare liberi i posti o a continuare lavori da privati o da professionisti mentre percepiscono la pensione stessa?

Ma è semplice, perchè siamo il popolo del "semo fatti così, che ce vo' fà?", siamo quelli del "ma che ce frega ma che c'emporta..", quelli del "ghe pensi mi", quelli del "finchè c'è la figa e il pallone è tutto ok", siamo quelli del "Silvio, facci fare a tutti il miracolo italiano"....
Il miracolo c'è stato, ed è colpa nostra: "siamo diventati più poveri, più tristi e meno intelligenti. Non ci curiamo delle nostre speranze, perchè delle idee non sappiamo più che farne..."

martedì 30 novembre 2010

CIAO MARIO, GRAZIE...


Se non ricordo male, Amici Miei, del Maestro Monicelli, è il primo film in assoluto che da bambino, mi ha fatto divertire. Ancora molto piccolo, lo vidi la prima volta che non avevo ancora 10 anni, mi divertiva in maniera insolita, io che, come tutti i bambini, spesso non capivo le commedie, quella volta, cominciai ad entrare nel misterioso mondo del divertimento un pò più adulto..
Credo che "perdere la verginità" da quel punto di vista, con un grande come Monicelli che dirige Tognazzi, Moschin, Noiret, Celi e Del Prete, sia un pò come perdere la verginità vera con una donna della bellezza e della tempra pari a Claudia Cardinale..
Grazie ancora Maestro per quello che hai fatto e lasciato all'Italia della Cultura con la C Maiuscola...
Ciao

lunedì 29 novembre 2010

LA RIVINCITA DEL NERD



Ieri ho visto il film "The Social Network", quello di David Fincher che parla della nascita del sito Facebook e delle conseguenti peripezie giudiziarie di rapporti umani del suo creatore Mark Zuckerberg. Il film, come tutti quelli di Fincher, è visivamente permeato da toni cupi e da situazioni prevalentemente notturne o da interni con un protagonista perfetto nell'impersonare questo giovane "nerd" con chiari problemi relazionali; alla fine ne esce un buon film che si lascia guardare più che piacevolmente.
Ma non è del merito tecnico della troupe e del cast che voglio parlare, mi voglio soffermare sulla vicenda di cui narra, e cioè di come e perchè sia nato il più famoso "social" network del mondo..
Intanto ciò che subito salta agli occhi e che fa un pò sorridere è che proprio una persona con forti e palesi difficoltà relazionali abbia ideato un sito che collega milioni di persone in tutto il mondo, creando, per l'appunto, legami virtuali, che poi raramente e difficilmente trovano una corrispondenza nella vita reale (le basi per il sito pare le abbia gettate una notte dopo aver ricevuto il due di picche dalla sua fidanzata). E soprattutto mi ha fatto piacere veder confermata la teoria secondo il quale il popolarissimo network ha fatto leva principalmente su tre principi base che attirassero più utenti possibili, due dei quali da sempre anche io sostengo siano il vero motore di Facebook:
il primo è la voglia di tutti di potersi fare tranquillamente gli affari altrui, spiando la vita messa online degli altri. Il sano e vecchio pettegolezzo di paese non si scorda mai, ed avere l'opportunità di scoprire i fatti personali e privati delle persone che conosciamo più o meno bene, senza doversi sbattere più di tanto e sapendo che la fonte è più che sicura, visto che si tratta degli spiati stessi, è davvero impagabile;
il secondo è l'idea di esclusività (idea che pare sia stata un pò "rubata" ad altri ragazzi dell'università a cui è poi stata pagata una cospicua somma di denaro dopo una controversia giudiziaria) se non sei iscritto a Facebook non puoi guardare Facebook, è semplice e chiaro: se non vuoi essere totalmente "out" al sistema, devi iscriverti; scordati i social network i cui contenuti erano aperti a tutti i cybernauti, questo è una sorta di club esclusivo in pieno stile confraternita da campus americano;
il terzo ed ultimo è forse il più basilare e ovvio di tutti: sei single o sentimentalmente occupato? Cioè, posso tentare di abbordarti oppure c'è un terzo incomodo che si opporrà?
Quindi scordiamoci la leggenda secondo cui FB era stato creato per far ritrovare vecchi compagni di scuola persi nel tempo, è una balla colossale: FB sta li proprio per quello per cui la gente ci si iscrive, e cioè chattare a più non posso con persone che poi nel 90% dei casi nella vita reale a malapena saluti se le incontri per strada, spiare e farsi spiare da quante più persone possibili e ultimo ma forse primario in importanza, capire quanto una persona sia abbordabile, o per dirla in modo tecnico, sentimentalmente libera.
Io, forse si sarà capito, non sono iscritto a Facebook e credo che mai lo farò. Non ne vedo la necessità: per gli amici reali, quelli di ciccia con cui voglio parlare sul serio, aspetto le occasioni di incontro "live"; non sento e mai ho sentito l'esigenza di far sapere anche i più banali dettagli della mia vita a decine e decine di persone: "ora vado a farmi la doccia", "stasera all'aperitivo mi bevo 10 cocktails", "ieri sera l'avevo immensa", "il mio capo è uno stronzo", "vado a letto" ecc. ecc. ecc.; e sono già sentimentalmente soddisfatto, quindi i tre principi basi per cui il network è stato messo li non fanno per me.
La mia unica esperienza su robe del genere è stato Myspace, mi spinse mio fratello ad aprirlo per postarci le foto che faccio a livello amatoriale, e col passare del tempo e delle addate degli amici virtuali e non, era diventato un pout pourrit di abbordaggi più o meno palesi, di scambi interessanti sul discorso foto, musica e film, di cazzatelle da web e di taggate fotografiche.. poi con l'arrivo del Libro delle Facce, nel giro di pochi mesi è diventato un deserto, pieno di profili abbandonati e di un vuoto così rapido nel crearsi da fare quasi impressione. Da un paio di mesi ho chiuso anche quello.
Il "virtuale sociale" non fa per me, non mi ci ritrovo: posso durarci il tempo necessario della novità, ma dopo poco mi ci perdo. Non ce la faccio a parlare 1 ora di fila con qualcuno che mai incontrerò o che dal vivo a mal fatica saluterò. Non ce la faccio ad "aggiornare il mio stato" ogni santo giorno. Non ho ancora capito a cosa caxxo serva la frase "a tizio piace questo elemento" nonostante me lo sia fatto spiegare almeno 4 o 5 volte da un Facebookiano e trovavo assurdo sapere di gente che ad una certa ora scappava a casa per annaffiare un orto virtuale e dare da mangiare a vacche telematiche.
Quelli che dicono: "C'ho ritrovato un amico che era 10 anni che non vedevo e con cui non parlavo".. bè, un motivo se in tutto questo tempo, entrambi avete vissuto senza sentire il bisogno di cercarvi, ci sarà no?
E' una moda! Facebook è una moda, e come tale, prima o poi calerà e poi passerà, ma come tutte le mode che coinvolgono così tante persone e a livello così intimo, lascerà il segno e non sempre sarà un segno positivo, perchè dare l'illusione agli utenti di far parte di una "grande famiglia" di un "grande gruppo" quando poi in realtà si è piantati in solitaria davanti a un computer a parlare con i tasti mentre si guarda il nostro interlocutore monitor lcd non credo sia socialmente utile e costruttivo, anzi, credo che serva proprio a sgretolare il tessuto sociale fatto di vita vissuta.
E in effetti, se si pensa che l'idea e la realizzazione sono opera di un ragazzo che aveva amici in carne ed ossa in quantità tale da poterli contare su una solo mano, che dalla sua stessa ragazza era stato definito una persona con problemi relazionali, bè, il quadro direi che è più che completo: è la rivincita di un semiescluso, che forse non era abbastanza figo per i club privati e per le confraternite esclusive delle università; uno che ha usato la sua intelligenza e creatività assolutamente indiscutibili per far si che lui cominciasse ad essere considerato cool (il successo ed i soldi trasformano chiunque in un VIP osannato e ricercatissimo) e che tutti gli altri cominciassero a mangiarsi un pò del tempo che dedicavano ai loro veri rapporti umani per isolarsi e coltivare di più quelli virtuali...
Se ci si pensa bene è una grande rivincita, machiavellica, ben pensata e ancor meglio orchestrata..
Chissà a quanti Facebookkiani piacerà questo elemento?.....

venerdì 26 novembre 2010

Sesso


C'è poco da fare o da dire: il sesso va sempre per la maggiore, specialmente sul web!!!
Lo dicevano anche i nostri nonni, tira più un pelo di ..... che un carro di buoi, adesso potremmo modernizzarlo dicendo che tira più un pelo di ... che un 1 giga di byte, ma la sostanza non cambierebbe.
Ho questo blog da giugno scorso, sono quindi 6 mesi scarsi che posto riflessioni e pensieri vari, sicuramente con una predisposizione innata per faccende sociali o politiche (non che a me non interessi il sesso, anzi, sono un fan sfegatato dell'accoppiamento corporale, solo che non sono solito parlare della cosa online) e ad oggi ho scritto ben 80 post.
Come tutti i blogger sanno, esiste la possibilità di controllare le statistiche di contatti, commenti e visualizzazioni varie; ecco, lo sapete quale è stato il mio post più letto, che ha superato il secondo in classifica con almeno più del triplo delle cliccate?
Questo qua , l'unico cioè con una foto di presentazione con un minimo di richiamo sessuale (puppe, culi e compagnia bella) e l'unico con un argomento dove ci poteva essere nel mucchio un riferimento sessuale, e cioè la censura dell'abbigliamento un pò troppo libertino....
Poi basta girare un pò nel mondo blog per trovare altra roba cliccatissima e seguitissima: fantomatiche postatrici che pare raccontino le proprie avventure sessuali (vere o presunte tali) nei minimi dettagli, con centinaia di seguaci che a decine commentano in maniera più o meno spinta, cercando palesemente di essere invitati a diventare i protagonisti del prossimo post; punti di ritrovo per esibizionisti che possono caricare foto, filmati o racconti del loro eros; disegnatori erotici emergenti o aspiranti emergenti e chi più ne ha più ne metta... tanto è sempre il sesso che vince, anche sul web come nella vita, e sfido chiunque a dimostrare il contrario.
Quale è la parola più cliccata sul web? Semplice: SEX.
Quali sono i siti con più contatti? Quelli in stile YOUPORN, dove l'hard diventa gratuito e fruibile a chiunque, minorenni compresi, senza particolari metodi di controllo o censura.
Io non sono un bacchettone, anzi, come al 90% degli esemplari maschi viventi, il sesso a me interessa sempre e comunque, solo penso che sarebbe bello vedere aumentare l'interesse anche verso altro, oltre alla tanto celebrata patata.
Che poi tanto cosa c'è di nuovo da dire sull'argomento?
Per gli uomini è la cosa più interessante (sarà per madre natura che ci vuole continuatori della specie sovraccarichi di ormoni o più banalmente per un discorso di egoismo del piacere), mentre per le donne, in linea di massima, lo è un pò meno. Non che a loro non interessi, ma sicuramente non hanno il chiodo fisso, e se si leva i giorni del mese in cui mamma natura dona anche a loro la botta di sovraccarico ormonale in più, è scientificamente riconosciuto che per loro, il gentil sesso, è più che altro una questione mentale, di coinvolgimento più profondo, mentre per noi è molto più basico e semplice far scattare la molla.
Quindi cosa altro ancora può essere detto sulla cosa, se non ci sono a riguardo nuove teorie o scoperte rese pubbliche da qualche ignoto ricercatore di qualche ancora più ignota e rimota università del Massachussettevvattelapesca?
Come dite? che siccome il web è pieno di donzelle che si fanno fare golose e vogliose di tutto e di più, vuol dire che anche la donna è suina almeno quanto l'uomo?...
mmm...
Non vi viene il dubbio che almeno l'80% simulino per soldi?
Credete davvero che la porno attrice che avete visto ieri online, farebbe tutto quello che fa nel video anche a gratis, a casa sua, solo per amore o per diletto? Questo sembra banale ma è sicuramente molto importante: un giovane o una giovane, in pieno sviluppo adolescenziale che si imbatte ogni volta che vuole, sul web, in queste performance, non credete che abbia poi una visione un pò distorta della realtà sul sesso?
L'anno scorso, sentii due persone parlare di un libro scritto da quello psicologo che è spesso da Costanzo o nei programmi mediaset (non mi ricordo il nome), uno dei due, quello che aveva letto il libro, diceva come secondo l'autore e anche secondo lui, ogni relazione umana che esista (familiare esclusa) abbia come motore principale il sesso, soprattutto dal punto di vista maschile:
rapporto di amicizia (non conoscenza) tra persone di differente sesso? uno dei due o entrambi, vorrebbe consciamente o inconsciamente fare sesso con l'altra.
rapporto di lavoro dove c'è più confidenza? idem
e così via.... ogni cosa sarebbe spinta da quell'irrefrenabile motore chiamato ricerca della libido, che cela l'atavica e primordiale necessità di continuazione della specie.
Io non sono del tutto concorde con la teoria, mi risulta un pò pesante pensare che appena si incomincia un rapporto un pò più confidenziale con una persona, ci sia sempre e comunque un secondo fine; però è anche vero che la società tutta, sembra davvero remare in quella direzione: il sesso e tutto ciò che vi è collegato, al pari dei soldi e del potere, fa girare il mondo.
Bill Clinton e Monica; Sarkozy e Carla Bruni; Silvio Berlusconi e il fiume di donne al seguito; Briatore e le sue bellissime e giovanissime top model; il domino sex.com venduto per comodi 13 milioni di dollari; la pubblicità piena zipilla di carne nuda e richiami sessuali espliciti anche per vendere i biscottti; le nuove pop star tutte scandali e sexgate e chi di voi non conosce almeno una persona che possa raccontare di come quello che credeva essere solo un bellissimo rapporto di amicizia sia finito male perchè uno dei due aveva altre aspettative a riguardo?
L'elenco degli esempi sarebbe infinito, e finirei per dilungarmi troppo, però, per tornare poi alla questione principale del post, voglio vedere se effettivamente utilizzando come titolo la parola chiave "Sesso" e come foto una abbastanza ammiccante, ce la farò a spodestare dal primo posto il post che per ora se la gode lassù, in cima alla vetta, la sua superiorità!!