venerdì 29 ottobre 2010

BUNGA BUNGA


Dal vocabolario Gheddafiano: "rituale tribale di sesso anale collettivo"
L'ultima brillante novità di casa Arcore, inventato dal colonnello libico e importata al volo dal suo compagnone di burle e relax Silvio. Queste ad altre indiscrezioni stanno venendo fuori dall'ennesima vicenda privata del premier, che a 'sto giro, dopo i nomi in codice Noemi e Patrizia, porta un nuovo nome più esotico: Ruby, figlia 17enne di origine marocchina di un ambulante messinese, vincitrice di un concorso locale di bellezza, tuttora sotto la tutela del sindaco di Letojanni..
Il premier risponde alla vicenda come sempre e cioè negando e definendolo l'ennesimo complotto mediatico che parla di spazzatura.. su questo vedremo..
è però certo (fonte Ansa) che proprio da Palazzo Chigi sia arrivata una telefonata in questura per tentare di far scarcerare la giovine e procace ragassuola, accusata da una sua "compagna" di averle rubato in appartamento una cifretta irrisoria pari a 3000 euretti.
Pare poi acquisito un altro fatto: Ruby sarebbe stata pagata per ogni incontro 5.000 euro.
Ed è altrettanto sicura e da rimembrare la frase che l'ex moglie del premier, Veronica, disse quando scoppiò il caso Noemi, parlando di "vergini che si offrono al drago"...
Come sempre da anni ormai a questa parte, il Paese è nella merda più totale e i Tg e il governo si devono occupare solo di queste schifezze.
I servi di Libero e il Giornale hanno ancora una volta un compito quasi impossibile, e cioè sminuire il tutto. Cito parte dell'editoriale del fido Belpietro:
".. è dai tempi della sua comparsa sulla scena, e non alludo a quella politica ma a quella imprenditoriale, che è risaputo quanto gli piaccia circondarsi di bellezze prorompenti e che di fronte a una gonnella non riesca a trattenere l’impulso di mostrarsi galante, e in qualche caso di fare il Casanova. I bacchettoni di Repubblica e del Fatto replicano che un conto è essere sensibili al fascino femminile, un altro è organizzare festini in casa propria con delle minorenni. Ma, ammesso che ciò che è trapelato sui giornali sia vero (e ancora non è detto, perché sui racconti di Ruby c’è più di un dubbio), ad Arcore non c’è stata alcuna orgia, bensì alcune cene con delle ragazze di belle speranze e ancor più di belle forme..."
Claro no? Belpietro non c'era (credo) ma sa tutto e soprattutto giustifica che un Presidente del Consiglio 70enne abbia l'abitudine di fare feste e festini con tante giovani ragazze alcune delle quali pure minorenni, perchè si sa, la figa piace un pò a tutti... lui, un padre di famiglia con due figlie, chissà se ci manderebbe le sue pargole a 16 anni a quelle "innocenti" festicciuole...
Quando la smetteranno persone come lui, come il suo entourage politico e come i suoi elettori e sostenitori, di giustificare e sminuire tutto?
Possibile che l'Italia sia tutta in mano ai complottisti comunisti che nonostante abbiano (secondo Silvio e company) posti di rilievo nella magistratura, nella TV e nei quotidiani, non sono mai riusciti a governare il paese per un solo anno?
Possibile che anche le troie (ragazze di compagnia/escort) siano tutte comuniste complottiste?
Silvio dice che la telefonata in questura era solo perchè lui ha un buon cuore e voleva aiutare le persone bisognose.. Bene, perfetto, prendiamolo in parola e chiediamoli di telefonare a tutte le questure italiane dove c'è qualche straniero immigrato accusato di furto e di cercare di farlo liberare o affidare a qualche generoso amico..
Se lo facesse sul serio, credo che potrei essere disposto a credergli....
Intanto buon BUNGA BUNGA a tutti noi, che sotto la coda ce lo prendiamo da tempo, tutti i giorni, senza però riceverne compensi monetari...

1 commento:

  1. Sono curioso di capire come andrà a finire questa storia, ma certo è che B, ormai sempre più bavoso e rimbambito, si caccia sempre più nei guai. Ma più che questo dato di fatto, è davvero triste constatare che anche in questo caso i vari servitori riescono a deformare la realtà in tutti i modi possibili...

    RispondiElimina