martedì 9 novembre 2010

ER POVERO CALIFFO


notiziona Ansa di oggi:
Califano: sono povero e chiedo la legge Bacchelli.

ROMA - Malato e senza piu' la possibilita' di fare serate, Franco Califano, 72 anni, chiede aiuto allo Stato e invoca il sussidio previsto dalla legge Bacchelli. I circa 10 mila euro al semestre che percepisce dalla Siae come diritti d'autore, spiega al Corriere della Sera che oggi pubblica un'intervista in prima pagina, non gli bastano: ''vivo in affitto e non sono piu' autosufficiente''.
''Non ho nulla di intestato - ha aggiunto al TG1 - ne' la casa ne' qualsiasi cosa che possa sostenermi in futuro''. I successi discografici, ha ribadito Califano, gli assicurano ''una piccola rendita. Una tomba non me la posso comprare. Prevedo un futuro non roseo.

Califano sostiene di non riuscire a vivere con i diritti d'autore che pure percepisce regolarmente: ''Non so bene come funzioni la Siae, so soltanto che prendo circa 10 mila euro a semestre che non aumentano ne' diminuiscono mai.- racconta- Non ce la faccio, oltretutto vivo in affitto. E in questo momento non sono piu' autosufficiente con tutto quello che la cosa comporta''.Di qui l'idea di rivolgersi allo Stato chiedendo di ricevere il vitalizio previsto dalla Legge Bacchelli. Lo sostiene il senatore pdl Domenico Gramazio, che conferma: ''presentero' al ministro Bondi la proposta. Perche' e' un poeta che ha scritto alcune delle canzoni piu' belle della storia della musica''.

Cioè, claro il concetto? uno che piglia 10.000 euro a semestre, per un totale quindi di 20.000 euro annui, è da considerarsi un poveraccio avente diritto al vitalizio previsto dalla Legge Bacchelli (verso quei cittadini che si sono distinti nel mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport) anche secondo il senatore PDLlista Domenico Gramazio. Quindi pensionati di tutta Italia fatevi avanti, ma che dico pensionati, io che ho 32 anni e lavoro tutti i dì 8 ore al giorno, guadagno annualmente su i 12.000 eurini, 8.000 in meno del "povero" Franco, quindi credo che almeno il 40-50% degli italiani può ottenere una forma di sostegno dallo Stato ed essere considerato STRApovero.

20.000 euro annui e uno è povero... tze, andatelo a dire chi prende pensioni da 5-600 euro al mese... Non saranno artisti, però caxxo, saranno a loro modo stati importanti per il nostro paese, no?

Lui che si autodefinisce Liberale anticomunista, lui che era amico di Bettino Craxi, lui che si è sentito "illuminato" da papà Benedetto XVI, lui che nel suo blog nella sua biografia si descrive come uno che e' stato affascinato dalla bella vita e dalle donne, uno che piace alle donne perchè è maschio e agli uomini in quanto forte e sicuro di sè, uno che è stato messo in galera e deve patire l'umiliazione del carcere perchè personaggio "contro" , uno che afferma: "Le donne mi danno del maschilista? Cazzi loro. Io dico che mi hanno sempre amato", ecco LUI ora ha bisogno dello Stato e quindi del popolo italiano, perchè quei miseri 20.000 euro annuali non li bastano proprio....

Ecco, ma se invece di fare il viveur de la nuit, il trombeur di fammes, la dolce vita fatta di vizi e stravizi, pensavi anche al tuo futuro, non era meglio? Ma si sà, i veri fighi dello spettacolo fanno una vita spericolata senza pensare al domani, sennò che fighi sarebbero?

A Calì, scusa se te 'o dico alla romana, ma prima de te, sai quanti cazzo de poveracci che se sò spaccati er culo tutta la vita senza nottate da leoni in giro pè i locali, je stanno che manco 5.000 de euro ne pijano l'anno e che devon tirà a campà?

3 commenti:

  1. Così, a caldo, un bel "ma vaffanculo va'".

    RispondiElimina
  2. hahahah!C'ha ragione, considerato il suo tenore di vita passato adesso campare con 20000€ lo fa sembrare un poveraccio... diciamo che la vita se l'è goduta, ha provato e fatto di tutto, è stato pure in galera, cosa che magari non tutti noi possiamo annoverare nei nostri curriculm; io fossi in lui, quella di campare con 20000 € la vedrei come una nuova sfida della vita, credo anche l'ultima ormai.si vabbè... E poi non credo sia diventato tetraplegico. Fra 3 o 4 mesi sarà di nuovo in forma e potrà tornare a lavorare....

    RispondiElimina