lunedì 7 febbraio 2011

FUGGIRE DALLA CITTA' PIù BELLA DEL MONDO




Ieri sera, verso le 18.00, percorrevo in auto un tratto di superstrada in direzione sud, mentre nella mia corsia il traffico scorreva regolare, dal lato opposto, dove si passa per rientrare verso Firenze e dintorni, la fila era apocalittica, di quelle che ti aspetteresti solo nel ponte di ferragosto.
E' bastato un fine settimana con 1 giorno e mezzo di sole annunciato e il popolo dell'entroterra toscano, fatto al 70% da fiorentini doc, s'è mosso in massa fuggendo dalla loro amata città.
Lo puoi capire quando in estate le temperature rendono più difficile rimanere nella conca fiorentina, ma non te lo spieghi granchè una domenica di inizio febbraio: come è che quelli che parlano sempre della loro città come della più bella del mondo, non vedono l'ora di fuggirne via, spendendo pure soldi (benzina e autostrade sono aumentate in maniera vertiginosa) e immolandosi a ore di traffico da imbottigliamento del ritorno?
Le colline, le campagne e i monti fiorentini non sono accoglienti nelle belle giornate invernali? Non ci sono percorsi per camminare e pic-nicare in mezzo alla natura? Non ci sono mostre che valga la pena visitare?
Perchè c'è questo palese disprezzo per il posto in cui vivete? In estate la motivazione è comprensibile, ma il resto dell'anno che succede? E' così brutto "vivere nella città che l'è la più bella del mondo"?
Se io dovessi passare il mio tempo in un posto da cui non vedo l'ora di fuggire appena ho 24 ore di sole, comincerei a pensare seriamente a trasferirmi, e lo dice uno che non è che vive nel posto più bello d' Italia.. 

Nessun commento:

Posta un commento