martedì 17 maggio 2011

NON AL DENARO..



Fabrizio... uno dei personaggi della storia recente, per cui valga ancora la pena  sentirsi orgogliosi di essere nati nell'italico stivale. Uno di quei rari casi di sensibilità, mista a cultura, mista a semplicità, mista a ironia, mista a empatia... ...per la serie non ne faranno più così, quindi conserviamoci bene e a lungo la memoria di quello che è stato e di quello che ci ha lasciato.
Ecco, la mia compagna è una devota a San Fabrizio, cultrice assoluta della sua opera e del suo verbo..
Mio figlio, di soli 7 anni, è totalmente innamorato del Faber..
spesso accade che la mia donna mi chieda: "se tu dovessi scegliere una sua canzone, una sola, quale sceglieresti?"
io rimugino a lungo è rispondo: "probabilmente sceglierei Amico Fragile, ma è un pò una forzatura sceglierne una sola.", allora lei incalza: "e allora un album? quale?"..
non ho mai saputo rispondere, se si prendono tutti i suoi album, almeno 3/4 delle canzoni presenti in ognuno sono superbe, sia per testo che per musica.. ultimamente però sto avendo una propensione frequente ad ascoltare molto di più "Non al denaro, non all'amore nè al cielo"..
Ci trovo un mix perfetto di quello che a me piace nella sua musica: concept album,  rifacendosi ai testi di alcune poesie tratte dall'Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters; testi rivolti agli emarginati, ai diversi, ai meno fortunati con toni spesso malinconici e musiche con melodie a volte sognanti a volte quasi psichedelico-progressive e la sua voce, unica e profonda come nessuna altra nella storia della musica!
Si può chiedere di più ad un cantautore?

1 commento:

  1. Mi accodo all'amore per Faber. Il mio preferito, dovendo proprio scegliere, è Rimini.

    RispondiElimina