venerdì 2 settembre 2011

BASTA LEGGERE!!!!




Basta acquistare su Amazon o altri siti a metà prezzo o a cifre anche più basse!!! 
Basta!!! la carta stampata non è come un vestito di marca che a fine stagione trovi a prezzi "stracciati": in questo paese la cultura deve avere un prezzo antipopolare, sempre e comunque!!!
Perchè?
A che pro?
A chi fa comodo?
Molti a primo acchito pensano che sia una mossa proposta e appoggiata dai grandi editori (tipo Mondadori), ma se ci pensiamo bene, forse, tralasciando i venditori online, le grandi catene soffriranno anche loro di questa mossa, che invece favorirebbe, secondo altri, i piccoli librai, i quali spesso sono impossibilitati a proporre grandi sconti sulla propria merce....
Sicuramente, come sempre nel nostro paese, chi ne soffrirà di più è l'uomo della strada, il lettore medio, che vedrà ridotto il suo potere di acquisto: chi prima, online, poteva acquistare anche 2-3 libri alla volta, spendendo cifre ragionevoli, adesso dovrà dare una buona ridimensionata alla propria "biblioteca" e alla propria voglia di leggere.
Alcuni dicono che ci sarà un'impennata degli e-book (libri digitali acquistati e scaricati online), ma diciamolo: a quanti piace leggere un libro cliccando un mouse per girare pagina al posto di farlo odorando la bianca carta di nero inchiostro riempita?
Le biblioteche comunali stesse, con questa legge, potranno acquistare in media 3.500 libri in meno all'anno, dice Stefano Parise, presidente dell' AIB.
Alla fine sarà la Cultura in generale e la possibilità di arricchirsela che pagherà il prezzo più alto; in un paese, che già in media europea è fatto di pochi lettori diciamo che una legge del genere la si poteva tranquillamente evitare.
Ma si sà, siamo il paese delle leggi inutili messe in atto nel peggior momento possibile...



Nessun commento:

Posta un commento