giovedì 24 febbraio 2011

LE COSE CHE ABBIAMO IN COMUNE...




entrambi si autodefiniscono i più "grandi leader" dei loro paesi;
entrambi rispettano poco l'opinione delle opposizioni e di chi non la pensa come loro;
entrambi amano le giovani donne pronte a tutto per soddisfare i loro "pruriti";
entrambi sanno nel dettaglio live cosa sia il Bunga Bunga;
entrambi sono evidentemente passati da un paio di chirurghi plastici;
entrambi si definiscono, uno un "leader rivoluzionario sceso in azione per liberare il suo popolo", l'altro un "leader innovativo e progressista sceso in campo per liberare la sua nazione dalla minaccia comunista";
entrambi posseggono enormi ricchezze nelle proprie nazioni che nulla hanno a che vedere con la politica;
entrambi hanno fatto "affari" milionari tra di loro in nome dei propri paesi: milioni di euro italiani dati per tenere a bada gli emigranti, contratti di forniture di gas, conproprietà del Berlusca di una tv satellitare tunisina dove si parla bene di Gheddafi, acquisti del libico di partecipazioni in importanti Corporate italiane come ENI, UNICREDIT BANCA, IMPREGILO, ASTALDI, FINMECCANICA, FIAT e perfino JUVENTUS...

Quindi, mi dite voi quanto è credibile il nostro leader, che pure baciò le mani al dittatore libico pochi mesi fa, quando fa appelli monocorda all'amico del Bunga Bunga, chiedendoli di cessare le violenze verso i manifestanti in rivolta?

Che figure 'emmierda che si continua a fare grazie a super S....


E se sono così simili questi due leader, quando è che il nostro popolo deciderà di scegliere altro? Per dirla semplice e terra terra: "quando la maggior parte dei bancomat non funzioneranno più per azzeramento dei conto correnti causa crisi nera"

e in fondo, tanto per gradire, una copertina di un quotidiano qualsiasi italiano che mette in evidenza quanto questo Governo sia coerente soprattutto grazie alla presenza della LEGA NORD







giovedì 17 febbraio 2011

GUIDA INTERGALATTICA ALLA JUNGLA DEL COMPRO-CASA

PREZZO: è la prima cosa che si guarda quando si cerca casa, perchè si sa, non tutti abbiamo fondi monetari interminabili ed esentasse in banche svizzere o san marinesi, e quindi subito un bel consiglio a chi, come li agenti immobiliari pubblicizza la propria merce su cartelloni, riviste e volantini "Metteteci il prezzo chiavi in mano", perchè scrivermi che una casa costa 200.000 euro non ricordando che poi alla fine tra, parcella dell'immobiliare stesso, del notaio firma documenti a tradimento di turno e tasse di acquisto varie, ci sarà da aggiungerci come minimo una bella 10-15.000 circa (come si diceva ai tempi della lira, solo che in euro fanno un pò più male quei tre zeri dopo il punto). Perchè io capisco che è un pò come le promozioni a soli 99.9 euro anzichè 100, e che per attirare il cormorano in gabbia si provano tutte, ma di solito chi compra casa e non è miliardario, fa i conti pari pari, centesimo per centesimo, basandosi sulle proprie possibilità e mezzi, e 10.000 euri in più o in meno, vi assicuro che spesso fanno la differenza.

AGENTE IMMOBILIARE: razzaccia, ve lo dico io che ne ho testati tre differenti nel giro di un mese e poco più. Si parte da quello splendido splendente, che vuole essere simpaticissimo e alla mano perchè ti vede giovane, e allora pur di non perderti, anche se non ha offerte che rientrino nel tuo budget, le tenta tutte, facendoti perdere tempo e cercando di convincerti che anche se hai 100, puoi spendere 120, perchè se vuoi il modo lo trovi; si passa poi da quello calmo, professionale, che però non si capisce perchè, ti porta a vedere le case che interessa a lui vendere e non che gli avevi chiesto te e che alla fine ti dice anche che una casa che dovrebbe vendere entro pochi giorni ad un altro cliente, siccome te gli piaci, se dici subito si è tua il giorno dopo; e si arriva a quello meno peggio, non splendido, magari onesto ma che ha comunque infinite pecche, del tipo superficialità su alcune questioni tecniche delicate, tempi sudamericani e poca voglia di spendere i suoi soldi ed il suo tempo per il tuo caso.
Una cosa che li accomuna tutti è il braccino corto, ma così corto, che se commettete l'imprudenza di presentarvi automunito, state sicuri che a vedere le case ci andrete a spese  di benza vostra, per la serie "andiamo, portaci TE a vedere la casa che IO ti vorrei vendere".





BANCHE E MUTUI: prima il mutuo lo si dava anche al maiale, "Vuole 300.000 euro per comprarsi una villa in campagna e ha un contratto partime a tempo determinato? Non ci sono problemi, si accomodi.." e sappiamo tutti come è andata a finire.. Adesso la ricerca del mutuo è diventata una roba tipo ricerca di una vergine ad un party in Sardegna organizzato da Lele Mora al twigatwiga (come micnhia si scrive?) di cicciopanzamasempreaffascinanteilcontoinbanca Briatore. Passi da banche che non fanno più mutui a 30 anni, che tirano quindi fuori rate fisse mensili da 1000 e più euro con rene sano annesso, a quelle che fanno un tasso variabile che varierà da "soli" 800 euro di base nella rata più bassa giungendo a comodi picchi massimi da stupro collettivo tipo 1200 1300 euro, incespicando poi in quelle che invece non danno muti superiori a 100.000 euro, che in Toscana equivale a comprarsi un monolocale da 35 mq con un paio di nocchini nei denti in bonus nei giorni di festa.
Quando finalmente trovate la bancuzza che vi concede il prestito, non importa se in due avete uno stipendio con contratto a tempo indeterminato, uno a tempo determinato e un'entrata fissa mensile derivante da un affitto! No no, ci vorranno anche la firma di un genitore per parte e pure il computo delle proprietà immobiliari di famiglia, e a quel punto un paio di mesi di tempo per valutare se avete i requisiti per avere la concessione... robe assurde.
Io e la mai compagnia siamo così in fissa per ste storie losche di soldi e interessi che ieri sera mentre ci guardavamo il trascurabilissimo "The Tourist" ci siam domandati: "Ma al povero Johnny (Depp), la banca avrà concesso il mutuo per quella casa che si voleva comprare a Venezia?"

CAVILLI VARI DEL CASSO: vi risparmio la sezione prettamente tecnica della serie, planimetrie catastali mancanti, periti nominati dalle banche tramite agenzie "esperte" esterne, incontri multipli con agenti della banca, appuntamenti ad hoc con il proprietario della casa e altre robe inspiegabili. Ci manca solo il test di sangue e urine per vedere se siete soliti fare uso di stupefacenti o alcool e per il resto c'è tutto.

E poi i ricconi o i fortunati ereditieri che mai nella loro vita avranno a che fare con tutte 'ste menate, li senti in giro o a lamentarsi del nulla ".. a chi lo dici, tVa poco dovVò faV sistemaVe il giaVdino e VidaVe un'imbiancata a due stanze, non ti dico il disagio e i costi.." o a dire: "caxxo aspetti? a 35 anni stai ancora con i tuoi? ma datti una smossa e vai a vivere da solo..."

Accidenti a quel coglione capitalista che inventò la proprietà privata!!!!

mercoledì 16 febbraio 2011

Aspettando (il 6 aprile) godò




Bè, è proprio Ruby a dircelo: "Silvio sapeva che ero minorenne e fu lui a dirmi di dire in giro che ero la nipote di Mubarack per giustificare le risorse che mi avrebbe messo a disposizione"
Più chiaro di così, c'è solo il sole di luglio!
Vedremo come andrà a finire, cosa architetteranno il Premier e i suoi leccaculo da qui al 6 aprile per tentare di cambiare qualcosa. La cosa triste è che si continuano a sentire in TV dichiarazioni penose del tipo:
"Siete dei falsi moralisti" detto da gente come Ferrara che due anni fa proponeva una raccolta firme contro l'aborto e ora difende il puttan tour del premier, per la serie con la topa ci fate cosa vi pare prima, dopo si decide noi!
"Ognuno a casa sua ci fa quel che gli pare" detto da gente del popolo a cui augurerei di avere figlie, nipoti e sorelle che si fanno fare di tutto da un vecchio di 75 in cambio di soldi e che poi sono gli stessi che vanno in piazza al family day a difendere i valori cristiani.
"Sfido chiunque ad essere intercettato per 160 giorni senza avere poi conseguenze penali" se intercettassero me sentirebbero noiosissime conversazioni sul mutuo per la casa, su come organizzo la giornata tra lavoro, figlio, compagna e spese, su come programmo le serate con gli amici e sulle difficoltà che abbiamo ora a lavoro con la crisi. In pratica si spappolerebbero le palle.
E la cosa più triste di tutto ciò è che intanto, con questo sistemino del "sistemami la minchia e io ti sistemo la carriera" e "parami il culo e io te lo accomodo sul poltroncione il tuo", per 5 anni, gente che non ha nessun merito politico o di percorso come la Minetti, come Ghedini e chissà quanti altri e quante altre, prenderanno dalle nostre tasche, ricchissimi stipendi milionari immeritati!!!

Ma ora, aspettando godò.....

martedì 15 febbraio 2011

UNA CLASSIFICA PERSONALE DA CAPIRE





Inizio subito scusandomi per la crudezza e la volgarità delle immagini presentate in apertura di questo post, era meglio mettere il bollino rosso, ma si sa, di questi tempi si rischia di essere accusati subito di falso moralismo e di esagerazione del senso del pudore, quindi...

Ho una mia personalissima classifica con indice di "gradimento" particolare.
io ve la propongo, ci sono alcuni personaggi contemporanei noti per similari motivi che, nella mia coscienza, hanno guadagnato la loro posizione sul campo, con le loro azioni, il loro parlare, il loro modo di porsi e le loro idee.
La "sfida" per voi lettori è capire a cosa si riferisce questa classifica tutta personale...

1: Ignazio La Russa
2: Maurizio Belpietro
3: Daniele Capezzone
4: Daniela Santanchè
5: Mariastella Gelmini

mercoledì 9 febbraio 2011

RIGODOOO

come dissi tempo fa su un altro post similare, lo so che mi accontento di poco per godere, ma coi tempi che corrono in Italia, vedere smerdato in diretta uno come scucchia d'oro Belpietro, da un coToscano sanguigno e comunista come il grande Vauro sono soddisfazioni che nemmeno vi spiego!!!
Se avete fretta andate direttamente al minuto 8.30 e godetevi lo spettacolo del burattino senza fili BelPietro che a domanda diretta sul caso Ruby, non sa più cosa rispondere e va in palese palla...





lunedì 7 febbraio 2011

FUGGIRE DALLA CITTA' PIù BELLA DEL MONDO




Ieri sera, verso le 18.00, percorrevo in auto un tratto di superstrada in direzione sud, mentre nella mia corsia il traffico scorreva regolare, dal lato opposto, dove si passa per rientrare verso Firenze e dintorni, la fila era apocalittica, di quelle che ti aspetteresti solo nel ponte di ferragosto.
E' bastato un fine settimana con 1 giorno e mezzo di sole annunciato e il popolo dell'entroterra toscano, fatto al 70% da fiorentini doc, s'è mosso in massa fuggendo dalla loro amata città.
Lo puoi capire quando in estate le temperature rendono più difficile rimanere nella conca fiorentina, ma non te lo spieghi granchè una domenica di inizio febbraio: come è che quelli che parlano sempre della loro città come della più bella del mondo, non vedono l'ora di fuggirne via, spendendo pure soldi (benzina e autostrade sono aumentate in maniera vertiginosa) e immolandosi a ore di traffico da imbottigliamento del ritorno?
Le colline, le campagne e i monti fiorentini non sono accoglienti nelle belle giornate invernali? Non ci sono percorsi per camminare e pic-nicare in mezzo alla natura? Non ci sono mostre che valga la pena visitare?
Perchè c'è questo palese disprezzo per il posto in cui vivete? In estate la motivazione è comprensibile, ma il resto dell'anno che succede? E' così brutto "vivere nella città che l'è la più bella del mondo"?
Se io dovessi passare il mio tempo in un posto da cui non vedo l'ora di fuggire appena ho 24 ore di sole, comincerei a pensare seriamente a trasferirmi, e lo dice uno che non è che vive nel posto più bello d' Italia.. 

venerdì 4 febbraio 2011

I SOLITI PAROLAI



Ieri mattina, tutti i TG ed i quotidiani d'Italia riportavano la voce di quei politici che dicono di avercelo duro: i fieri e prodi leghisti tuonavano, in attesa del voto al parlamento sul Federalismo "O passa o andiamo subito al voto!" tutti pensavano: ohh, finalmente un pò di polso, vedi che questi alla fine un pò duretto ce l'hanno sul serio!

All'ora di pranzo, la notizia era ufficiale: "il federalismo non passa, fermato da un pareggio, non ha i numeri per andare avanti!" e tutti ripensavano: eccoci, ora la Lega, quelli che ce l'hanno duro come l'acciaio, quelli del nord che produce e mica scherza faranno cadere il governo!

1 ora dopo l'annuncio della bocciatura, le maggiori agenzie di informazione titolavano: "Bossi: non credo che andremo al voto adesso." E infatti a fine serata è venuta fuori la verità: proveranno a fare passare la loro ennesima porcata con un bel deCRETINO ad hoc....

Questo è per tutti quelli che, leghisti convinti e anche non leghisti, han sempre detto: "almeno loro sono coerenti, quello che dicono fanno!"
Tiè, beccatevi questa, qualunquisti dell'ultima ora! Se questi è da una vita che sono alleati del papì di Italia, che definirono a loro tempo colluso mafioso p2ista, un motivo ci sarà no? E' in pratica da due legislature che sono al Governo, eletti con numeri schiaccianti e ancora stanno là a promettere, promettere, promettere e ancora promettere le stesse cose...

QUESTI SONO ATTACCATI ALLE POLTRONE PIU' DI CHIUNQUE ALTRO!!!! 
ED HANNO PURE IMPARATO DAL PADRONE A MANIPOLARE LE INFORMAZION IA PROPRIO PIACIMENTO, NE E' ESEMPIO LA PADANIA DI OGGI CHE TITOLA:



mercoledì 2 febbraio 2011

r-EVOLution 2010.


Ebbene si, nell'Italia che molti nostri cari anzianotti e politicanti dicono essere piena di giovani bamboccioni che attendono la fortuna dal cielo senza impegnarsi per primi, c'è chi fortunatamente smentisce in pieno questo tipo di generalizzazione, e andando contro a quella che è la dilagante tendenza delle varie amministrazioni di ignorare completamente le nuove e fresche realtà, non lasciando spazi, risorse e fondi a chi invece ne avrebbe bisogno per affermarsi e dare sfogo alle proprie capacità, si cerca, si riunisce e si organizza autofinanziandosi per crearsi in proprio quella visibilità che manca.
E' questo il caso della posse artistica r-EVOLution, un gruppo che accomuna, pittori, fotografi, videomaker e grafici che hanno deciso di darsi da soli una mano per emergere, perchè si sa da sempre che l'unione fa la forza.
andate e guardate, ci sono anche i pdf dei cataloghi da scaricare, le date delle mostre e il "manifesto" del loro movimento...

E NOI PAGHIAMO....

Noi, a questi mentecatti, paghiamo con le nostre tasse, uno stipendio mensile medio di ben 46.000 eurini , una cifretta niente male direi, che di se per se è davvero assurda. Ma se questi figli di troTa facessero il loro porco dovere, occupandosi di noi e dei nostri interessi, bè, un cittadino normale potrebbe anche fare buon viso a cattivo gioco..
Invece, se ne prendiamo uno tra tanti, tipo il signor Abbrescia, deputato guarda caso del PDL, ex sindaco di Bari, imprenditore milionario nel settore turistico (quello che coerentemente candidò una certa Patrizia D'Addario nelle sue liste "La Puglia prima di tutto") e cerchiamo di capire come impegni il tempo che noi gli stipendiamo profumatamente mentre è in Parlamento, ecco cosa vediamo:



vediamo un signore attempato, che durante la mozione di sfiducia del camerata Bondi, sul suo costosissimo IPad, sfoglia in rete una pagina con su delle foto di Escort (puttanoni di lusso)... 
Mi sembra di una coerenza inattaccabile: un deputato PDL, ricchissimo imprenditore milionario, che cerca la possibilità di sollazzarsi con delle belle gnocche al pago... direi un degno erede del Maestro!!!
E tutto ciò è venuto fuori non solo sulle complottistiche e comunistissime testate giornalistiche pilotate dai compagni bolscevichi, ma sulla più gossippara e parrucchierista rivista Oggi.
La gente potrà continuare a dire che i politici sono tutti uguali, intanto questa arroganza e questo menefreghismo, fino ad oggi, è stato così esplicito e spudorato solo in un certo schieramento......