martedì 31 maggio 2011

NON DICO NULLA.....

oggi, giornata post ballottaggi, sarebbe troppo facile mostrare il godimento personale per il gollettone rifilato al premier dell'Amore.. quindi taccio.. un pò gongolo, ma taccio....


venerdì 27 maggio 2011

GLI ULTIMI 10 ANNI


La Marcegaglia, nota brigatista rossa di sinistra, ha detto:
"L'Italia ha perso 10 anni" Non ci sono state mosse politico-economiche che abbiano aiutato il nostro paese  a non cadere in questo stato catatonico di apatia e insofferenza del mondo del lavoro, dell'industria e delle innovazioni, col risultato che dopo Grecia e Spagna, non è che noi si abbia grosse prospettive di miglioramento....

E la domanda è: chi ha governato 8 anni e mezzo degli ultimi 10 anni? Babbo Natale?


L'INPS (formato si sa da ex membri dell'ex URSS) ci dice che a oggi 1 pensione su 2 rimane al di sotto dei 500 euro mensili.
E la seconda domanda è: chi in campagna elettorale da sempre promette pensioni più alte?

L'ISTAT e l'ufficio studi di Confcommercio (altri organi di propaganda bolscevica) ci confermano che i consumi da 1 anno a questa parte sono in netto calo anche nel genere alimentare, con un forte rischio di non raggiungimento dell'obbiettivo di crescita interna del Pil all'1%.
La terza domanda è: chi da sempre dice, che la crisi è più che altro un fattore psicologico e che bisogna essere ottimisti e spendere, facendo girare l'economia?

L'ISTAT ancora ci conferma anche che il 24,7% della popolazione italiana è a rischio povertà e che il carico fiscale e contributivo sulle famiglie da 10 anni ad oggi è cresciuto dal 27,9% al 29,9%.
La quarta domanda è: chi si è fatto mettere al governo negli ultimi 8 anni e mezzo con lo slogan del "meno tasse per tutti?"

E in questa situazione di merda globale che ricopre il nostro paese, chi è quel leader che al G8 prende da parte il presidente degli USA e dice lui che il vero problema della nazione qui sopra descritta è la riforma della giustizia bloccata dai famosi magistrati politicizzati comunisti facendoci fare per l'ennesima volta una mondiale figura di cacca?

Chiunque sia lui veramente vicino e abbia per lui ancora un minimo di rispetto e sincero affetto, per piacere lo convinca a tornare nella sua villetta di Arcore o in quella in Sardegna, a passare gli ultimi anni della sua vita in tranquillità a godersi nipotini e i confort della ricchezza, evitando così di portare ancora più a fondo il nostro paese... grazie  




giovedì 26 maggio 2011

COSì FANNO SOLO I GLANDI LEADERSSSS


Come si fa una grande campagna elettorale per i propri candidati in una nazione occidentale democratica?
eccovi qua svelate le 7 mosse più importanti:

1: eclissare sempre e comunque i propri candidati mettendo in evidenza il proprio nome sui simboli di partito e parlando a sproposito ai loro comizi più importanti;
2: promettere di levare le multe in caso di vittoria alle elezioni;
3: aggiungere di spostare un paio di ministeri da Roma così, en passant, solo per poi in pratica smentirsi i giorni seguenti;
4: buttare là che non si demoliranno le case abusive a Napoli e dintorni, perchè si sa che non è un luogo comune pensare che al sud si debba passare  per la non-legalità per venire presi in considerazione;
5: promettere poi che il Milan non comprerà Hamsik uno dei giocatori simbolo della squadra partenopea: perchè anche qui, sappiamo quanto i tifosi tengano alla propria equipe di pallone;
6: dire dopo la prima sconfitta e prima del ballottaggio finale, che con molta probabilità, i candidati scelti erano inadatti (i quali saranno contentissimi di andare al secondo voto con questo "spot" del loro leader);
7: come già successo in passato dichiarare che chi voterà per l'opposizione (sinistra e De Magistris) tornando a casa, si guarderà allo specchio e capirà di essere senza cervello.


io avrei aggiunto anche che, secondo i miei poteNti sondaggi, chi vota per PD, SEL e IDV c'ha la mamma porcella e il papà omosessuale!! tiè!!

martedì 24 maggio 2011

DATEMI UN ATTACK E RINCOLLERO' IL MONDO...


Elogio della super potente quanto misteriosa colla che tutto può:
capacità e passione ereditata da mio padre, grande professionista di modellismo, ho preso la pazienza e la caparbietà di saper trovare i magici punti di ricongiungimento di oggetti rotti o consumati.
Quel piccolo tubetto, dal contenuto trasparente e dall'odore pungente, in mano mia, fa miracoli!
Suole di scarpe, anelli con pietre incrinate, tiro a segno per freccette sbriciolati da infanti distruttori, porta incensi e addirittura batti scopa in legno: se c'è abbastanza colla e i giusti punti da far combaciare, il gioco è fatto, e il "paziente" avrà la vita prolungata di qualche anno con un aspetto praticamente immutato.
il risultato FU garantito, si'ore e si'ori
Non ho mai voluto scoprirne la mistica formula compositiva, mi piace rimanere nella più totale ignoranza a riguardo, il non sapere aiuta a mantenere intatto quell'alone di mistero che rende ai miei occhi quella colla una sorta di mistura magica che sfida le normali leggi dell'ovvio e della logica che vorrebbero far rimanere un oggetto rotto, tale

Ah, se solo SAREBBI così bravo e capace nel fare lo stesso con i rapporti umani... ma li cari miei, se le cose proprio non vanno e sono vecchie e logore, non c'è super colla che tenga; al massimo si può avere un effetto riappiccichiccio in stile chewingum, che un pò stringe, un pò allenta, ma alla fine, come riforzerai un pò le cose, ci sarà un'altro bello strappo...
.
L'attack è vivo, viva l'attack

martedì 17 maggio 2011

NON AL DENARO..



Fabrizio... uno dei personaggi della storia recente, per cui valga ancora la pena  sentirsi orgogliosi di essere nati nell'italico stivale. Uno di quei rari casi di sensibilità, mista a cultura, mista a semplicità, mista a ironia, mista a empatia... ...per la serie non ne faranno più così, quindi conserviamoci bene e a lungo la memoria di quello che è stato e di quello che ci ha lasciato.
Ecco, la mia compagna è una devota a San Fabrizio, cultrice assoluta della sua opera e del suo verbo..
Mio figlio, di soli 7 anni, è totalmente innamorato del Faber..
spesso accade che la mia donna mi chieda: "se tu dovessi scegliere una sua canzone, una sola, quale sceglieresti?"
io rimugino a lungo è rispondo: "probabilmente sceglierei Amico Fragile, ma è un pò una forzatura sceglierne una sola.", allora lei incalza: "e allora un album? quale?"..
non ho mai saputo rispondere, se si prendono tutti i suoi album, almeno 3/4 delle canzoni presenti in ognuno sono superbe, sia per testo che per musica.. ultimamente però sto avendo una propensione frequente ad ascoltare molto di più "Non al denaro, non all'amore nè al cielo"..
Ci trovo un mix perfetto di quello che a me piace nella sua musica: concept album,  rifacendosi ai testi di alcune poesie tratte dall'Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters; testi rivolti agli emarginati, ai diversi, ai meno fortunati con toni spesso malinconici e musiche con melodie a volte sognanti a volte quasi psichedelico-progressive e la sua voce, unica e profonda come nessuna altra nella storia della musica!
Si può chiedere di più ad un cantautore?

mercoledì 4 maggio 2011

QUANTO SIAMO POVERI?


Facciamoci del male, facciamo due calcoli semplici su quanto i governi, quello italiano come sempre in testa, ci abbiano fottutto nel passaggio dalla moneta nazionale a quella unica europea.
Prima dell'abbandono di mamma lira, chi riscuoteva su i 2.000.000 al mese poteva ritenersi abbastanza soddisfatto e riusciva bene o male ad arrivare a fine mese senza grossi problemi.
Oggi, lo stipendio medio italiano credo sia, per il popolo, intorno ai 1.100 euro mensili, decine di euro più, decine meno, e su un orario settimanale di 38 ore piene, viene fuori che ogni 60 minuti di lavoro, guadagnamo circa 7,2 euro...
Ecco, ora facciamo due calcoli su beni di consumo più o meno indispensabili:
•il pane, in alcune regioni lo troviamo a 2,60 euro il kg in altre a 1 euro il kg, per una media di 1,80 euro/kg, quindi per comprarsi 1 kg di pane dobbiamo lavorare 15 minuti;
•la pasta, può costare al pacco (1/2 kg) dagli 80 centesimi all'1,10 euro, in media 1 euro, quindi altri 15 minuti per 1 pacco di pasta;
•la benzina: 1lt costa 1,568 euro, quindi per un pieno di 40-50 lt (circa 70 euro) dobbiamo lavorare quasi 10 ore, in pratica 1 giornata e 2 ore intere per avere pieno il serbatoio;
•1 paio di jeans di buona marca ma non al top, costano in media 90 euro, quindi per avere le zampette coperte dobbiamo lavorare 12 ore e mezzo;
•1 T-shirt di media qualità, da negozio, costa intorno ai 30 euro, 4 ore e poco più di sgobbata;
•1 felpa, la trovi su un prezzo medio di 60 euro, più di 8 ore di dolce travagliare;
•1 automobile utilitaria la troviamo (con incentivi e/o offerte) su cifre che si aggirano intorno ai 10.000 euro. Quindi, senza contare gli eventuali interessi dei finanziamenti, per comprarsi una 4 ruote, dobbiamo lavorare 9 mesi pieni;
•1 cellulare, lo troviamo ad una cifra media di 80 euro: 11 ore e mezzo di lavoro;

E una casa? Quanto ci costa potersi comprare una casa? io parlo del mio territorio, la Toscana, qua da noi, in media una casa nuova, costruita ora, chiavi in mano promta all'uso, di 65 mq circa (senza giardino) la si trova a 220.000 euro. Quindi a 3.400 euro al mq circa. In pratica, 1 misero mq, ci costa (interessi da mutuo esclusi) un pò più di 3 mesi di lavoro!!!! 1 solo metro quadro!!!!
Pensate a cosa si poteva comprare ai tempi della lira, 10 anni fa non 50, con 450.000.000!!!! Minimo una villetta da 100 mq con giardino e garage annessi in zona mare o un bellissimo casolare di campagna..

Nel giro di solo 10 anni, ci hanno fottuto!! E' aumentato tutto, al di fuori degli stipendi medi. Ci stanno spremendo come olive, tenendoci per le palle su aumenti che nessuno di noi può evitare, come la benzina, il cibo, la casa e le bollette! E tutto questo è successo negli ultimi 10 anni: Prodi ci ha portato in Europa con l'Euro, e poi nei seguenti 10 anni, di cui 7 e mezzo sono stati gestiti da Silvio e Company, il governo ci ha fottuto, lasciando che i prezzi di ogni tipo di bene di consumo, primario e non, raddoppiassero!!! 
L'UOMO DEL MENO TASSE PER TUTTI!! QUELLO CONTRO LA SINISTRA CHE IMPOVERISCE LE TASCHE DEGLI ITALIANI!! QUELLO DEL GRANDE TREMONTI CHE CI HA SALVATO I CONTI!!!! ECCO, GRAZIE A LUI, STIAMO DIVENTANDO I PIU' POVERI D'EUROPA.... GRAZIE SILVIO, MILLE VOLTE GRAZIE!!!


martedì 3 maggio 2011

IL POSTO "COMUNE"



Tempo fa, parlando con un mio amico coetaneo impegnato attivamente in politica, nelle schiere del PD, affrontammo un argomento particolare: era da pochi giorni in discussione nella sede Comunale il Bilancio annuale, che mai come prima vedeva il nostro territorio (abituato grazie alle cospicue entrate di una poco salutare discarica a fondi in quantità) in difficoltà serie un pò per la mancanza degli abituali entroiti un pò per gli obblighi di risparmio imposti dal patto di stabilità.
Parlando con lui arrivammo al punto in cui mi diceva che per ovvi motivi di liquidità il Comune avrebbe fatto tagli di spesa trasversali a servizi sociali, culturali, di promozione dell'attività, ecc ecc..
Io allora posi un semplice e per me ovvio quesito partendo da un esempio concreto:
"Se un Comune come il nostro ha un ufficio Cultura che ha all'attivo 5 dipendenti tra dirigente e sottoposti, ha senso che il cittadino, continui a pagare le stesse tasse che dovrebbero garantire al meglio quel servizio, se poi con tutti questi cambiamenti nel bilancio, alla fine dei conti i servizi culturali offerti saranno minori mentre i posti di lavoro occupati saranno sempre i medesimi?"
La risposta del giovane politico è stata questa:
"Ma stai scherzando? Nel Pubblico non si toccano i posti di lavoro, non si può assolutamente. E poi i sindacati scatenerebbero l'inferno!"
Cioè, fatemi capire: in una azienda qualsiasi che non sia statale, regionale, comunale o provinciale, se le entrate non permettono più di ricoprire il servizio offerto si manda ovviamente a casa la gente, mentre nel pubblico, che si regge quasi tutto sui contributi del comune cittadino, se non ci sono più soldi si tagliano si i servizi ma non gli operatori? Cioè io continuo a pagare le stesse tasse su tasse, non perchè il mio territorio mi garantisca i giusti servizi ma perchè la gente che ci lavora dentro non venga mandata a casa? Ma stiamo scherzando? Ma che senso ha? Ma perchè su queste cose, in politica, destra e sinistra e centro sono tutte uguali?
Non cambierà mai nulla, fino a che nel mondo dei gestori della res publica, grandi o piccoli che siano, si ragionerà così: chi fa politica, chi viene eletto, chi ha il privilegio di lavorare per il ben comune, che lo faccia in un ufficio qualsiasi di un Comune qualsiasi o nel più importante ministero di una Nazione dovrebbe solo essere al servizio di chi a lui paga profumati e sicuri stipendi per ricevere una giusta gestione delle risorse comuni. Se non ci sono più i fondi per mantenere un equilibrio tra numero di dipendenti e lavoro prodotto, si mandi a casa chi è in esubero spronando chi rimane a mantenere il miglior livello possibile di servizi!!!
L'impiego pubblico non è più visto come appetibile per la grande opportunità di lavorare per il bene comune, è ormai da troppo tempo visto solo come lo stipendio sicuro a fine mese!!!!
BASTA CON QUESTA MENTALITA' DA MENTECATTI!!!!