martedì 28 febbraio 2012

BERLINGUER CI MANCHI

Prendo spunto da due post di due blog che seguo quasi sempre, uno è questo l'altro è questo , nel primo "non leggerlo blog spot" c'è una chiarissima tabella di paragone a livello europeo sulla classifica degli stipendi medi dei cittadini e di quello dei politici:

a parte che io vorrei capire questi 23.400 euro annui chi caxxaruolina li prende, perchè o io e le persone che conosco, siamo davvero dei poveracci ultrasfruttati (cosa possibilissima, visto che queste cifre, se le dividiamo per le 14 mensilità, che io cmq mi sogno fermandomi alla 13esima, corrispondono a un bel 1.671 eurini mensili che io forse raggiungerò dopo 200 scatti di anzianità) o qui c'è qualcosa che non torna sul serio; a parte questo è bello vedere il dislivello medio che c'è tra noi e i nostri politici.

L'altro post del blog "il grande marziano" cita il mai troppo compianto Berlinguer con questa frase: 
"Quando si chiedono sacrifici alla gente che lavora ci vuole un grande consenso, una grande credibilità e la capacità di colpire esosi e intollerabili privilegi." (28/07/1981, intervista di Eugenio Scalfari).

Ecco, questi due post mi viene da abbinarli alle dichiarazioni azzardatissime e per ora rivelatesi abbastanza farlocche, dell'attuale presidentello del Consiglio Mario Monti e del suo entourage, che fin dall'inizio ha detto più e più volte che la sua manovra sarebbe stata equa sotto ogni punto di vista....
Per ora di concreto ci sono le nuove tasse a discapito soprattutto dei soliti noti, cioè il popolo, tutto il resto galleggia nell'aria e viene sovente rimandato a data o emendamento da definire, vedi IMU per la Chiesa su tutti, le liberalizzazioni del mercato rallentatate moltissimo dalle potenti lobby di settore o gli attesissimi tagli ai costi della politica, che per ora affogano in mosse "civetta", come il mancato aumento di assurdi benefit.
Insomma, quello che un governo tecnico, almeno in teoria, poteva fare, forte del fatto di non dover rispondere al consenso di nessun tipo di elettorato per ora ce lo sogniamo per il futuro, vivendoci invece un bel presente da incubo fatto di ulteriori enormi sacrifici e prospettive incerte.

Berlinguer nell'81, cioè ben 31 anni fa, aveva una sensibilità civile e una cultura politica, che anche questi iperlaureati bocconiani pluri encomiati del 2000 mai potranno pensare anche solo di avvicinare nella loro vita.


Nessun commento:

Posta un commento