giovedì 19 gennaio 2012

E' UN EROE!!!!



No, non sto parlando del comandante De Falco della capitaneria di porto di Livorno, che tutti in questi giorni hanno voluto così definire, sto citando le frasi dei conterranei del prode comandante Schettino, definito dai compaesani, "un eroe per aver salvato 4000 persone", "uno che non deve mollare", con tanto di cori e striscioni da stadio sotto casa.... 
Cioè questo per fare lo sborone con una nave che è un paese che galleggia, passa troppo vicino a un'isola, prende uno scoglio che oltretutto è segnato pure sulle cartografie navali, va nel panico, non dà subito l'allarme, abbandona la nave (che ora rischia pure il disastro ecologico) prima che tutti i passeggeri siano in salvo, si rifiuta di rimontarci mentre qualcuno già muore e ora viene fuori che forse c'aveva pure "l'accompagnatrice" straniera in plancia, e dai vicini di casa, dai compaesani è definito un eroe usato come capro espiatorio.... 
B R A V I !!!! B R A V I !!!!

Ieri, in tanti si indignavano sul web, sui principali quotidiani e nei TG: "la vera Italia non è quella del comandante della Concordia, ma quella di De Falco...."
E no cari miei, l'Italia vera del 2012 è sia l'una che l'altra: è quella dei furbetti, arroganti, spacconi, senza coscienza che pensano prima di tutto a se stessi e se ne fregano delle conseguenze delle loro azioni, tanto in qualche modo si aggiusta tutto ed è sia quella di chi, facendo semplicemente il suo dovere o il suo mestiere, viene esaltato ad eroe proprio perchè messo in contrasto con personaggi di bassezza infinita.
L'Italia è, ahime, piena zipilla di Schettino e similari, è inutile negarselo: Schettino è nel furbetto che se ne frega e non paga le tasse e manco pensa che manda in rovina il paese in cui vive facendolo gravare sulle spalle di chi invece fa le cose in regola; Schettino è nell'autista di un tir che di notte, chissà dopo quante ore di estenuante marcia, fregandosene di leggi e limiti imposti di viaggio, piomba con il suo camion su 5 ragazzi fermi nella corsia di emergenza e li fa fuori tutti; Schettino è nel politico che si circonda di effimero e di arroganza e se ne frega dei veri motivi per cui ricopre quel ruolo, l'importante è l'apparenza ed il suo benessere. 
Schettino è in chiunque pensi di poter fare tutto a modo suo, senza pensare se sia giusto o no, senza pensare alle conseguenze delle sue azioni, fregandosene del suo prossimo e cari miei, l'Italia moderna, nei vari "livelli sociali" è davvero stracolma di questi esemplari qua...
Che poi questi personaggioni, per molti connazionali siano pure eroi, è una realtà purtroppo innegabile e comprovata.