venerdì 29 marzo 2013

CONDONO A 5 STELLE



Da decenni, tutti, anche i sassi, sanno che uno dei grandi mali del nostro paese è la diffusa tendenza all'evasione fiscale. Per il 2012 il rapporto della Conte dei Conti parla di una voragine da 138 miliardi di euro, cifra che basterebbe per almeno 3-4 manovre e riforme importanti di un qualsiasi Governo. 
E allora sorge spontanea la domanda: "cosa c'è di concreto nel programma di Grillo e del 5 stelle contro l'evasione fiscale?"
NULLA, nel capitolo "economia" del Grillo parlante ci sono un sacco di voci ma nulla che parli della lotta all'evasione fiscale.. e se nei suoi monologhi in piazza buttava ovviamente merda su i governi del PDL che hanno fatto dei condoni fiscali il loro piatto forte, nella vita reale Grillo è andato esattamente contro a quello che professa; infatti nel 2002 e poi nel 2003 la sua holding immobiliare Gestimar (una 10ina di proprietà sparse tra Liguria e Sardegna), tenuta con il fratello, ha approfittato per ben due volte del condono tombale made in Berlusca-Tremonti!!! clicca qui
Che uomo! Che coerenza! 
ecco chi è il salvatore della patria che butta letame su chiunque appartenga alla "casta", quello che non parla con chi ha rovinato il nostro bel paese..
e infatti quando il governo Monti ha proposto il redditometro per fare controlli incrociati tra reddito dichiarato e stile di vita reale, subito lui ci si è scagliato contro, annoverando come motivazione il fatto che tutti sanno che in Italia le famiglie campano grazie a prestiti fatti all'interno del proprio mondo parentale...
Prendiamo questa affermazione, mettiamolo con la totale assenza della voce "lotta all'evasione fiscale" nel suo programma e capiremo che quello di Grillo è molto di più che un semplice ammiccamento agli elettori evasori fiscali! 
Bella cosa, per il partito del cambiamento....

Nessun commento:

Posta un commento