venerdì 18 ottobre 2013

POP OR PORN STARS?

E' di questi ultimi tempi la notizia delle polemiche scattate tra star della musica di un certo spessore e con un certo percorso artistico (Annie Lennox e Sinead O'cconnor) e le nuove leve della musica "pop" (Miley Cyrus e Rhianna). 
Le prime avvertono e o accusano le seconde di essere in pratica "venditrici del proprio corpo" al pari di attrici porno anche loro malgrado, convinte di essere le pilote del proprio destino non capendo invece di essere solo un'altra "gallina dalle uova d'oro da sfruttare e spennare a go go". 
E' di pochi anni fa il caso "Britney Spears falling and reab", la giovanissima nuova grande "regina del pop" in un decennio è arrivata dal top del successo e della notorietà alla caduta più fragorosa e rovinosa immaginabile (la ricordiamo in video e foto calva, grassa e con espressioni da crisi di nervi costante), con conseguente ritiro dalle scene per ripulisti vari e relativo rilancio sulle scene patinate. L'avete mai vista nelle recenti edizioni di X Factor America come giudice? Sembra una donna di 50 anni e più (mentre è nata nel 1981), sempre abbacchiata, sempre sull'orlo della commozione, insomma sembra sempre sotto psicofarmaci.
Ora uno che ha letto il post fino a qui, si potrà domandare: si ok, ma a noi che ce ne frega? è questo un'argomento serio di cui vale la pena parlare?
Bè io che ho due figli, un maschio di 10 anni e una femmina di 17 mesi, che devono entrambi crescere e "formarsi" in una società dove la violenza sulle donne ed i femminicidi sono in netto aumento, nutro dei forti dubbi sull'immagine che si dà della donna dai famosi anni del post emancipazione (fine anni '70 inizio '80) nella cultura POPolare, quella cioè alla portata della massa. Premettendo che come dicevano nei famosi slogan dell'epoca "Donne riprendiamoci il nostro corpo" la donna può farci cosa le pare col proprio corpo e che questo non giustifica l'uomo a sentirsi poi autorizzato di rimando a sfogare istinti animali come se fosse stato istigato dalle gesta "libertine" dell'altra metà del cielo, una domanda per me sarebbe bene farsela e cioè:
tempestare i giovani uomini e le giovani donne sin da piccoli con immagini di donne di "successo e pubbliche" che costantemente si sfidano nell'essere la più "provocante o la più sovversiva" nell'osare e nell'esagerare, non crearà ulteriori preconcetti sessisti dove la donna è comunque un corpo da mostrare e  desiderare prima ancora che una brava e valida cantante o performer? (per rimanere sull'esempio da cui sono partito)
Allego solo alcune delle immagini che rappresentano le donne pop star più in voga nell'ultimo decennio (Spears, Beyonce, Rhianna, Aguilera, Perry, Shakira, Cyrus e Lady Gaga), quelle che cioè dettano legge sui social network, sui canali dedicati ai giovani, sulle visualizzazioni youtube e quindi sulla moda ed il modo di pensare dei giovani. Ditemi voi cosa tutto ciò ha a che vedere col canto e con l'identificazione con l'essere una brava professionista del settore? Notare bene oltre all'abbigliamento anche le varie pose che è possibile vedere in pratica in ogni loro video o live..
 
 





Nessun commento:

Posta un commento