mercoledì 22 gennaio 2014

PAROLE, PAROLE, PAROLE.....


Ebbene no, a 'sto giro non si tratta di Mina, ma bensì del nuovo idolo dello showbussiness politico italiano, il toscanaccio Matteo Renzi, che fino a pochi mesi fa diceva cose del genere:

«Dobbiamo liberarci dalla scimmia Berlusconi che è sulla nostra spalla». (2009)

«Berlusconi è il passato, io parlo del futuro. Nei prossimi giorni andrà in pensione». (2011)


«La pagina di Berlusconi in questo paese è chiusa per sempre ed affidata al giudizio della storia. A me interessa il futuro». (2012)


«Berlusconi sa che se vinco io le primarie, lui è il primo dei rottamati». (2012)


«Per un partito come il mio sarà un grande giorno quando riuscirà a far capire che Berlusconi va mandato in pensione». (2013) 


«Dobbiamo smetterla di parlare di Berlusconi». (2013)


«Finalmente il teatrino di Berlusconi è finito. Il governo non sprechi l'occasione di voltare pagina». (2013)


«Per Berlusconi è game over». (2013)


E infatti per coerenza cosa ha fatto per prima cosa dopo la sua vittoria alle primarie del PD? Ha ovviamente invitato Berlusconi nella sede del PD (cosa mai successa prima) per discutere con lui della riforma elettorale......
e come sempre nella politica italiana: COERENZA APPALLA!!!!


-Berlusconi entra nella sede del PD a Roma-

giovedì 2 gennaio 2014

FARI ALTI

ovvero dedica in sonetti (ma anche no) al guidatore ignoto...

Or caro il mio guidatore dell'albeggio
che ti avventuri nei primi raggi di luce
in ore mattiniere e ancora tenebrose
in senso avverso al mio

io comprendo il tuo essere medio italiota
e per sifatta guisa pensare che il mio dolce sfanalarti (tra l'altro reiterato)
sia un amico segnale per avvertirti 
della tanto temuta pattuglia di gendarmi

ebbene no, caro il mio impavido pilota
il mio marinaro codice era siffatto
nella speranza di farti capir una semplice e anco banale cosa:
con quei fari alti del cazzo mi stai bruciando la retina, maledetto te e chi ti diede la patente!!!!